Glutine e sistema nervoso periferico

Questa è la relazione oggi evidenziata dallo studio pubblicato su JAMA Neurology e a parlarne è …. strano ma vero: Fondazione Veronesi!

Ormai ben conosciamo la stretta relazione glutine-celiachia. Sappiamo anche che lo spettro dei disturbi glutine-correlati si è ampliato sempre più, in particolare ultima nata è la Sensibilità al Glutine Non Celiaca.

Sintomi indiscussi e di facile identificazione sono a carico dell’apparato gastrointestinale. Ora invece si passa dall’intestino al sistema nervoso periferico.

Proprio così lo studio in oggetto ha evidenziato un’origine comune tra celiachia e neuropatia periferica, già ventilata nel 2012.

http://cdn2.hubspot.net/hub/67234/file-2010815070-jpg/images/diabetic_neuropathy_feet.jpg?t=1432833314801&width=314

Dovrebbe tornare utile ai neurologi, quando si trovano di fronte a un paziente con una neuropatia senza un’origine infettiva, infiammatoria o metabolica, procedere con lo screening per la celiachia. Chi risultasse positivo, potrebbe veder migliorare la propria condizione seguendo una alimentazione senza glutine. Queste sono le parole del dr Jonas Ludvigsson, docente di epidemiologia clinica al Karolinska Institutet di Solna.

La relazione è però bilaterale infatti i dati evidenziano che la probabilità di neuropatia periferica è più alta di 2,5 volte tra i celiaci. Tre le forme di neuropatia più spesso riscontrate tra i celiaci: la forma demielinizzante infiammatoria cronica, la neuropatia autonomica e la mononeurite multipla.

Dunque torna l’importanza dell’ascolto del paziente e l’importanza dell’aggiornamento continuo. A tal proposito ricordo GIUGNO: mese dedicato alla sensibilizzazione e informazione su celiachia e disturbi glutine correlati oltre all’inaugurazione di un sito per saperne di più 🙂