Novel Food e Celiachia: 10 luglio

Mancano davvero pochi giorni al 10 luglio e dunque si comincia a delineare sempre meglio quella che sarà la scaletta dei due momenti previsti.

Ecco qualche dettaglio e … curiosità (ovviamente scientifica!) sui relatori.

Dove? A piazza Irpinia, uno spazio davvero importante. Questo quanto si legge nella presentazione: E’ stata la Camera di Commercio di Avellino, unica in Italia, che ha deciso di occupare in maniera permanente per tre mesi uno spazio istituzionale di massimo rilievo. Lo scopo è presentare al mondo il territorio irpino inteso come un sistema complesso e variegato fatto di un mix di globale e locale. L’Irpinia, orgogliosamente a Sud ma anche diversamente a Sud.L’Irpinia così ricca di sfumature, di prezioso talento, di creatività, di sana imprenditoria, di eccellenza eno-gastronomica e non solo.

Noi saremo ospitati proprio in questo spazio!

http://www.irpiniaexpo2015.eu/images/IRPINIA_ALTO_DX.jpg

Quando? Il 10 luglio, come già più volte detto, alle ore 11.00 e alle ore 18.00.

Di cosa si parlerà? Si parlerà di Novel Food e Celiachia e il carattere/stile dei due momenti previsti sarà quello di un ‘salottino scientifico-culturale‘. I relatori presenteranno i propri argomenti di ricerca per essere successivamente pronti a rispondere alle domande del pubblico e/o creare interazioni costruttive con gli altri relatori che siederanno al salottino.

Perché? Lo scopo è fare chiarezza e portare l’attenzione sulle tante novità che riguardano l’alimentazione gluten free, a tutt’oggi terapia indiscussa per la celiachia e altri disturbi glutine correlati.
L’intento è quello di rendere questo momento vivace e dotto! ma sopratutto costruttivo, efficace ed efficiente per chi verrà in questo momento che giunge al termine del mese di giugno, mese dedicato alla informazione e sensibilizzazione su celiachia e disturbi glutine correlati e … di notizie ne stiamo sentendo veramente tante! Il linguaggio sarà chiaro-divulgativo e scientificamente corretto e take home messagges appropriati e innovativi saranno lasciati a tutti i partecipanti.

Chi sono i relatori? Bhè i relatori sono davvero punte di diamante della ricerca e della clinica italiana! Di seguito il programma:

Novel food e celiachia: le tecnologie ore 11.00:
Giuseppe Di Fabio – Presidente Federazione AIC; Marco Gobbetti – Università di Bari; Mauro Rossi – CNR Avellino; Carmela Lamacchia– Università di Foggia; Marcello Ferrarini – show cooker e Daniele Bossari – testimonial.

Novel food e celiachia: le evidenze cliniche ore 18.00
Rossella Valmarana – Presidente AIC Lombardia; Antonio Picarelli – Università di Roma; Luca Elli – Policlinico di Milano; Luigi Greco – Università di Napoli; Marcello Ferrarini – show cooker; Daniele Bossari – testimonial

A me spetta invece la moderazione di questi due intriganti e particolari quanto stimolanti momenti. La motivazione si annida nei miei ruoli di web-blogger – 10 anni ha compiuto Not Only Gluten Free – e di Health Zen Coach Specialista in Scienze dell’Alimentazione 🙂

A presto per qualche spigolatura/anticipazione su relatori&temi che affronteranno!

Dieta senza glutine? Si, quando necessaria

Diamo il giusto valore alle parole…. La lingua del dolce si, suona offre innumerevoli alternative!
Il mio spiritello NON è certo cambiato nel tempo né tanto meno la volontà di fare chiarezza!

Dieta senza glutine: meglio di no, se non sei allergico può danneggiare la salute.
Perché questo titolo? Cosa si vuole istillare nel lettore?

Il glutine – un composto proteico che si forma per azione meccanica in seguito all’unione di acqua e farina, cioè durante l’impasto – è il trigger ambientale delle reazioni avverse al glutine.
Il glutine non ha nessun valore biologico è anche carente di aminoacidi essenziali quali metionina e lisina. Ha solo valore tecnologico… DUNQUE perché una alimentazione senza glutine dovrebbe far male alla salute?

Cominciamo a spulciare l’articolo? Pronti?

…. L’1% della popolazione italiana è affetta da celiachia, cioè da allergia al glutine….
Sbagliato! La celiachia è una intolleranza immuno-mediata che si manifesta in soggetti geneticamente predisposti.

…. Secondo una ricerca australiana, le diete senza glutine possono danneggiare la salute….
Sbagliato! La frase va quantomeno contestualizzata. La dieta senza glutine per chi vive reazioni avverse al glutine è terapia ed è prevenzione per la patologie cronico-degenerative.
Aggiungo che la dieta senza glutine anche se seguita da chi non ha esigenza non può danneggiare la salute. L’affermazione scritta diventa vera se e solo se, chi decide di alimentarsi senza glutine utilizza solo prodotti confezionati dall’industria alimentare di settore.
Ma questo scusatemi… è vero per qualsiasi soggetto! Sono anni che faccio/facciamo educazione alimentare ed ho/abbiamo sempre insegnato ad utilizzare prodotti freschi, di stagione e rispettosi della territorialità….

….. Il glutine è stato accusato di molte cose e ci sono molte persone che vanno sostenendo che il glutine è la causa di molte malattie: dalla sindrome dell’intestino irritabile
Sbagliato! La Sindrome del Colon irritabile ha ben altre cause. Il glutine è responsabile di tanti sintomi quali stanchezza cronica, gonfiore addominale, senso di annebbiamento … tutto ciò ora ha un nome: Sensibilità al Glutine Non celiaca (SGNC). La terapia unanimamente accettata è sempre la dieta senza glutine.
Aggiungo che…. le molte persone che vanno sostenendo sono i ricercatori e/o professori proprio come Peter Gibson

Recentemente stiamo assistendo ad un aumento dei soggetti che seguono una dieta senza glutine e stiamo anche assistendo ad un spropositato aumento delle offerte di prodotti dietoterapici sul mercato. Quet’ultimo forse più sentito oltre-oceano che in Italia. Sono queste affermazioni innegabili.

Ora per portare a riflettere sul corretto utilizzo della dieta senza glutine e soprattutto per far si che questa NON diventi moda a mio modo di pensare non credo serva spaventare chi invece ha nella dieta l’unico modo per stare in salute, in quanto unica terapia per la sua patologia.

Sappiamo ormai bene – grazie alle numerose campagne di informazione che sono state fatte e che continuano ad attraversare la nostra penisola, che la dieta senza glutine va seguita solo dopo aver ricevuto una corretta diagnosi di reazione avversa al glutine di tipo autoimmune quale la celiachia oppure di tipo allergico quale l’allergia al frumento oppure di tipo ne autoimmunene allergico cioè SGNC.

Molto sappiamo sulla celiachia e meno sulla SGNC ma certo è che la dieta senza glutine NON può nuocere alla salute!