Celiachia nell’adulto: tutta colpa dei batteri

Per anni si è sempre ritenuto che la celiachia fosse una malattia tipica dell’età pediatrica. Oggi invece sappiamo che può esordire anche in età adultà e negli anziani. Rimangono però, ancora poco chiare le cause.

In un recente studio sono stati esaminati campioni di sangue di 3.511 adulti, nel 1974 e poi nuovamente nel 1989. Originariamente solo 1 su 501 ha mostrato i tipici marcatori ematici per la celiachia, mentre 15 anni dopo, l’incidenza nella stessa popolazione in esame, era salita a 1 su 219.

Quale potrebbe essere la causa? Il prof. Alessio Fasano, autore dello studio, riconosce un ruolo importante ai cambiamenti della flora intestinale. Questi – secondo il professore – possono avvenire durante il corso della vita a causa di infezioni, interventi chirurgici o uso/abuso di antibiotici.

Fasano usa, per meglio chiarire il concetto, una simpatica metafora: ciascuno di noi nasce con un determinato codice genetico – che lo possiamo paragonare ad un pianoforte – e con una determinata popolazione di batteri intestinali – i pianisti! Alcune note possono essere stonate ma non saranno suonate per tutto il tempo. Si può quindi vivere tutta la vita senza sviluppare celiachia. Dunque tutto dipende da chi suona.

via: Health blog – WSJ’s blog on health and the business of health.