Not only gluten free monthly

Monthly-Notebook_icon1

Agosto mese di vacanze e forse qualche post è andato perso! Ho pensato allora ad una rapida carrellata!

Cereali gluten free a confronto – informazioni nutrizionali su cereali, cereali minori e pseudocereali.
Correlazione tra atrofia dei villi e sintomi – numerosi studi evidenziano che non c’è correlazione.
Top ten del gluten free – un ripasso di alcune regole del vivere senza glutine.
Cibo per la mente – la fame è uno dei più importanti interruttori dello stomaco.
Super food gluten free – dopo anni di ricerca agronomica arrivano sul mercato ortaggi e frutti con aumentati livelli di alcuni fitonutrienti.
Crisi celiaca: rara e poco nota – manifestazione acuta caratterizzata da una rapida progressione dei sintomi gastrointestinali associata ad altre manifestazioni;
Celiachia molto più che un business – ricordando Davide…..
Ricettina ….. insalata di pasta
Che cos’è? un quiz estivo!
Gli adolescenti seguono la dieta senza glutine? – alcuni dati dalla letteratura.
Farina di castagne per panificare gluten free – aggingendo farna di castagne si ottiene un pane con qualità nutrizionali ed organolettiche migliori.
Celiachia ed obesità – due condizioni complesse che possono coesistere fin dall’età pediatrica.
Celiachia ed allattamento – l’importanza dell’allattamento e del tempo di introduzione del glutine per la manifestazione della celiachia in bambini a rischio.

La biodiversità – un bel video con numerosi spunti didattici.
Quale farina scegliere? – un elenco di alcune farine con le loro peculiarità nutrizionali.
Capire il consumatore nel mercato gluten-free – un interessante analisi del mercato e dei consumatori americani.
Biomondo Tour Educational – inizativa itenerante per divulgare notizie sulla celiachia.
Chicza: un chewing-gum molto interessante – una speciale gomma da masticare equosolidale e biologico ma anche biodegradabile e senza glutine.

Una bella produzione! Buona lettura e… spero di non avervi annoiato…..

Celiachia ed allattamento

Prendo spunto dal commento che Angelo ha lasciato al post di ieri per fare un aggiornamento su un argomento molto dibattuto: allattamento al seno e/o tempo di introduzione del glutine e celiachia.

http://www.babble.com/CS/blogs/strollerderby/2007/09/01-07/BreastfeedingBaby.jpg

A tutt’oggi la comunità scientifica non ha risposte certe sia sul ruolo dell’allattamento al seno che sul tempo di introduzione del glutine nell’alimentazione del bambino con familiarità per celiachia.

La celiachia è una patologia complessa le cui cause risiedono nell’interazione tra fattori genetici, immunologici ed ambientali. Sapppiamo che il trigger ambientale è il glutine mentre la predisposizione genetica è determinata dal complesso di maggiore istocompatibilità (HLA DQ2 e DQ8) sul cromosoma 6p21. Oltre il 90% dei celiaci è HLA DQ2 positivo mentre il rimanente è HLA DQ8 positivo. Il fatto che solo il 4% degli individui DQ2/DQ8 positivi esposti al glutine slatentizzino la celiacia ha fatto ipotizzare che altre regioni cromosomiche possono essere coinvolte. Altra ipotesi formulata negli ultimi anni riguarda l’alimentazione nei primi mesi di vita del bambino, cioè il ruolo dell’allattamento e dell’introduzione del glutine.

Diversi studi dimostrano che esiste un’associazione tra durata dell’allattamento al seno e un ridotto rischio di sviluppare celiachia. Sulla scorta dei risultati di questi studi (progetto DAISY) si è riusciti a dare una risposta a due importanti domande: quando introdurre glutine? e quanto glutine introdurre?

Quando – si può supporre che il momento ideale per introdurre il glutine nell’alimentazione è compreso tra 3 e 7 mesi di vita compiuti.

Quanto – pare si possa avere un effetto protettivo se la dose di glutine assunta è molto ridotta e se si continua con l’allattamento ancora per almeno due mesi dopo l’introduzione del glutine.

Non è però ancora molto chiaro se queste attenzioni possano veramente impedire la comparsa della celiachia o semplicemente ritardare.

Attualmente, in Europa, è in corso uno studio multicentrico della durata di 3 anni: PreventCD per chiarire la relazione tra alimentazione nella prima infanzia e sviluppo della celiachia.

Fonte: Effect of the timing of gluten introduction on the development of celiac disease.