Press Lunch

Eccomi! Sono di nuovo con voi e condivido che … dopo il nuovo abito in qualità di Health Coach ho partecipato al Master in Zen Coaching al termine del quale posso ufficialmente annunciare che … sono la prima Health Zen Coach Professionista!

A questo punto i lavori (ri)cominciano con rinnovato entusiasmo – rinverdito profilo professionale e tenace consapevolezza 🙂

In ambito Gluten free – dopo l’accennata partecipazione a EXPO 2015 di cui presto riprenderò a raccontare l’avanzare dei lavori (!) – non poteva essere occasione migliore – in qualità di Health Zen Coach (per gli amici posso tradurre … allenatore ‘essenziale’ di salute) – partecipare ad un Press Lunch con amici di famiglia: dr Schar.

Si, sarò presso il Ristorante Delicatessen – V.le Tunisia, 14 Milano dalle ore 12.30 alle 14.30 per convivialmente parlare di Dieta Mediterranea Gluten-Free, come unica terapia per chi vive i disturbi glutine correlati.

L’esperienza sarà condivisa con il Presidente ADI, Prof. Antonio Caretto; il Presidente AIGO, Prof. Antonio Balzano; il Prof. Carlo Catassi e il dottor Luca Elli.

Bhè … che il pranzo abbia inizio 🙂

Expo 2015 … un invito davvero speciale!

Si, proprio tutto vero… ho ricevuto un invito per partecipare ad EXPO2015 🙂

http://www.notonlyglutenfree.org/files/2015/04/expo2015_logo.jpg

EXPO2015 l’evento dell’anno che tra 26 giorni, esattamente il 1 maggio aprirà le porte ai numerosissimi visitatori da tutto il mondo.

Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita è il Tema della manifestazione.

Circa 870 milioni di persone denutrite vs 2.8 milioni di persone che muoiono per malattie legate all’alimentazione scorretta per eccesso di cibo. A questo si aggiunge un altro allarmante dato: ogni anno circa 1.3 miliardi di tonnellate di cibo viene sprecato.

I tempi sono maturi per fermarsi e riflettere per poi AGIRE!

In questa cornice ci sarò anche io in qualità di moderatrice.

Una grande emozione!… una grandissima soddisfazione… coronamento di un sogno!

Tutto inizia con una mail arrivata nella mia casella di posta elettronica il 26 marzo… queste le gentili parole d’invito:
Gentile Dr.ssa Saturni,
La contatto nella sua qualifica di esperta di Celiachia nonché per le sue doti comunicative, vedo spesso il suo blog.
In occasione di Expo 2015 mi è stato chiesto di organizzare una giornata dedicata alla ricerca sul tema …. La giornata si svolgerà il 10 Luglio ed avrà come titolo: Novel food e Celiachia.
Considerata l’ampia visibilità ed importanza dell’iniziativa è stato naturale per me pensare a lei come moderatrice dell’evento….

Ripeto… grande emozione!

Mi piacere ricordare che … neofita della biologia , neofita della scienza della alimentazione ai miei primi convegni guardavo con grande ammirazione i prof che moderavano le sessioni … ero piena di stupore quando il mio prof mi raccontava di essere stato convocato per la sua fama … bhè ora è accaduto a me ☺

Sono pronta, anzi prontissima a vivere tutta d’un fiato questa esperienza… dunque caro il mio web-blog sarai ottimo compagno di viaggio per aggiornamenti costanti e continui, per ricevere suggerimenti e spunti, per condividere tutto ciò accadrà passo dopo passo.

Pronti si comincia!

Novel Food e Celiachia è il titolo della giornata che si terrà il 10 luglio.

L’evento ha lo scopo di portare l’attenzione sulla celiachia ma anche su i disturbi glutine correlati con particolare attenzione sulle recenti acquisizioni della ricerca biotecnologica nel settore dell’alimentazione.

Sede dell’evento sarà padiglione Piazza Irpinia localizzato lungo il Cardo e nei pressi di Piazza Italia. Due sono gli orari: ore 11.00 ed ore 18.00

http://www.notonlyglutenfree.org/files/2015/04/u0bpdzxiltwwhllqrjxmu00m20150123130744.jpg

I partecipanti coinvolti nel corso della giornata sono:
– i principali attori della ricerca italiana su questo tema:
Mauro Rossi (ISA-CNR)
Antonio Picarelli (Università La Sapienza Roma)
Luca Elli (Policlinico Milano)
Luigi Greco (Università Federico II di Napoli)
Marco Gobbetti (Università di Bari)
Marco Silano, (ISS Roma)
Carmela Lamacchia (Università di Foggia)

– i responsabili dell’Associazione Italiana Celiachia (AIC)
Rossella Valmarana (Presidente AIC Lombardia)
Caterina Pilo (Direttore Generale di AIC Nazionale)

– un famoso testimonial AIC – Daniele Bossari

– un noto chef del gluten free – Marcello Ferrarini
Il dibattito coinvolgerà inoltre i web-blog del gluten free grazie alla attività di moderatore della dr.ssa Saturni, importante specialista del settore.

E’ un eccellente parterre di relatori… riuscirò a tenerLi a bada ?!?!

Summer School on Nutrigenomics

Si riprendono le attività dopo la pausa estiva con un importante evento a carattere internazionale di grande interesse scientifico! Mancano davvero pochi giorni ….

Sto parlando della Summer School on Nutrigenomics che si terrà presso l’Ateneo di Camerino nei giorni 1-4 settembre.

I dettagli del programma possono essere consultati QUI!

I lavori scientifici prenderanno il via lunedì 1 settembre alle ore 15.30 con il Prof. M Muller che terrà la plenary lecture dal titolo The use of molecular nutrition and nutrigenomics research to understand metabolic plasticity and health.

Saranno 4 giorni molto intensi non solo da un punto di vista scientifico ma anche conviviale e ludico e…. salutistico (!) sono infatti tante le attività previste. Lo scopo? Che la scuola non sia solo un momento culturalmente elevato ma anche una esperienza tutta da vivere!

Perché parlarne qui?
Perché durante la scuola – fortemente voluta e magistralmente organizzata dalla determinata professoressa R Gabbianelli (!) – mi è stato affidato il ruolo di curare gli aspetti nutrizionali in qualità di Health Nutrition Coach.

E’ stato infatti istituito un Local Nutritionist Team per curare dettagliatamente la scelta dei cibi e delle bevande che verranno proposte sia durante i coffee break che durante i pasti principali.

Scopo di tutto ciò è allineare quanto sarà minuziosamente ed in modo esaustivo spiegato in aula con nostra quotidianità. Sarà dunque possibile tradurre in pratica fin da subito tutte le più recenti novità in campo medico-scientifico che verranno presentate e discusse in aula in menù salutari, gustosi e colorati che verranno consumati all’insegna della convivialità e serenità…. mindful eating! è l’imperativo.

Un grazie particolare a tutti gli sponsor… per il gluten-free il grazie va a Dr Schar!

In chiusura un’altra particolarità … in sala ristoro ci sarà musica adeguata e poster che serviranno a creare ambiente. Un esempio?….. ecco i miei ☺

cereali3
Pulses1

Stop… ora vacanza!

Si, per qualche giorno – a partire da oggi – riposo!

Sfogliando e scartabellando ho trovato che…..
Ferragosto, ricorrenza che trova origine in Feriae Augusti (riposo di Augusto), in onore di Ottaviano Augusto.

Designava un periodo di riposo e di festeggiamenti che traeva origine dalla tradizione dei Consualia, feste che celebravano la fine dei lavori agricoli, dedicate a Conso che, nella religione romana, era il dio della terra e della fertilità.

Dunque da brava ‘capisciona’ quale mi conoscete (!), prendo immediatamente spunto ed istituisco: Feriae Laetitiae (riposo di Letizia) ☺

buonevacanze

A tutti voi buon sereno riposo e/o ritorno alle proprie attività!

Dove sarò questa sera….

Questa sera ore 21.30 a Montegranaro inizierà la chiacchierata Vivere senza DIETA, un titolo sicuramente e volutamente provocatorio!

Tutto parte da una serie di considerazioni – che piacevolmente condivido e che costituiranno l’incipit della chiacchierata – sulla relazione professionista-paziente per il mantenimento-raggiungimento dello stato di salute!

Lo specialista è cambiato! nel mio modo di essere specialista in scienze dell’alimentazione, infatti ho recentemente trovato il metodo che mi permette di trasferire il mio know-how biomedico-scientifico ai pazienti. E’ il metodo del coaching associato a fondamenti dell’inner game.

Il paziente è cambiato! non ho mai considerato chi apre la porta del mio studio un problema e/o una malattia ed ora, alla luce di quanto sopradetto, ho trovato fondamenta per affermarlo con forza.
Chi entra è un individuo con un vissuto ….. è un soggetto in crisi di autogoverno .. è un soggetto che dalla nascita al raggiungimento del limite estremo della sua vita vive modificazioni biologiche, morfologiche, psicologiche e sociologiche. E’ un soggetto la cui mente sanzionatoria giudica costantemente l’operato per generalizzazioni progressive portandolo ad uno stato di frustrazione-scoraggiamento.

La salute è cambiata! meglio …. il concetto è cambiato: non è più on-off, cioè ‘malattia si’ e ‘malattia no’ quanto piuttosto è uno stato mentale in cui la persona ascolta ed osserva le proprie emozioni, le sensazioni fisiche, accettando i pensieri così come sono senza giudicarli, nè cercare di modificarli o bloccarli e senza reagire agli stessi. E’ un processo continuo di ascolto e consapevolezza di stati interni ed esterni. Non è mai costante.

Converrete dunque con me che…. tutta questa complessità non può essere ingabbiata in uno schema dietetico e non può essere tradotta nella quotidianità, attraverso un regime alimentare ipocalorico, restrittivo, di sacrifico, di rinuncia e di abbandono in cui si prescrivono 10 ciliegie, 4 albicocche e 50g di boccolotti e poco più….

Converrete anche con me che è fuorviante continuare a parlare di medicina anti-aging quando sappiamo bene ormai che siamo perfettamente programmati con una data di scadenza e che dalla nascita al raggiungimento del limite estremo della vita si cambia costantemente.

A tutto ciò non si può re-agire quanto piuttosto consapevolmente agire, cioè essere pro-attivi. Questa è la base della age-managment medicine. E’ dovere conoscere e conoscerSi. A questo metterò a disposizione ciò che so ☺

Diapositiva1

Vi aspetto!

Vivere senza Dieta

Questo il titolo del seminario che mi vedrà relatrice sabato 5 luglio ore 21.30 a Montegranaro.

Montegranaro … un ritorno! Era l’anno 2004 quando fui ideatrice e responsabile scientifico del progetto biennale di Educazione Alimentare presso l’Istituto Comprensivo.

Il progetto era così articolato:
una indagine sulle conoscenze nutrizionali e le abitudini alimentari dei bambini e delle loro famiglie. I risultati sono stati pubblicati.
un ciclo di incontri in aula con i bambini dal titolo Buono da mangiare, buono da raccontare
un ciclo di incontri rivolti ad insegnanti, genitori e alla comunità
uscite didattiche con le famiglie: dove nasce il cibo.

Massimo e gradevole è stato il coinvolgimento di tutte le Istituzioni: il Comune, la Scuola e l’Università!

Sabato invece si riparte con una chiacchierata per scoprire come sia possibile Vivere senza Dieta conoscendo se stessi e alcuni principi base della sana e corretta alimentazione, del buon stile di vita e mantenendo sempre una buona lumosity celebrale.

A Montegranaro c’è una grande donna, una eccellente madre, una carissima amica (molto di più.. sorellina!), conosciuta a Fiastra durante un seminario in cui parlavo di olio d’oliva!
E’ il Deus ex machina … è Anita ☺

Da una manciata di giorni ha coronato un sogno, avere una sua propria attività: La Spesa Sfusa. Apparentemente e fisicamente è un negozio dove è possibile trovare tutto ciò che serve per una buona vita eCologica ed eGologia ma…. è molto di più, è un luogo dove trovare accoglienza, ascolto, alleanza, autenticità e…. cultura della vita!

Ha già organizzato diversi momenti d’incontro e sabato 5 luglio tocca a me!

invito

Il Granoturco….. oro giallo per la Salute!

Questo il titolo del seminario che domani, domenica 25 agosto alle ore 10.30, terrò ad Apiro.

Diapositiva1

Ammetto che seppur difficile concentrarsi perché è il primo talk della stagione ….sono ancora in regime vacanza… è piacevole quanto ghiotta occasione per spolverare e portare alla luce qualcosa di intrigante ma soprattutto per lanciare un’altra sfida!
Felicemente reduce – visti i risultati – di quella che mi ha impegnata nel voler declinare la Dieta Mediterranea in versione gluten free ora sto lavorando/difendendo quella che riguarda la relazione Green-Blue DIET&Mindfulness.

Riconosco l’eccesso di termini inglesi ma non scaturiscono da esterofilia quanto piuttosto dall’efficacia d’espressione…. Mannaggia a loro (!)… spero mi perdonerete 🙂

A mio modo di pensare non è una sfida quanto piuttosto un aggiornamento doveroso alla luce delle nuove acquisizioni medico-scientifiche che riguardano il concetto di DIETA ed il concetto di SALUTE. Condivido…..

Premetto qualche piccolo chicco (mi sembra più adeguato piuttosto che l’usuale chicche!) storico-culturale sul mais visto che sarà il protagonista/pretesto della chiacchierata….

Sfogliando le ingiallite pagine dei vocabolari liceali ho ri-trovato che …. Frumentone, formentone, formentazzo, granone, grano siciliano, grano d’India, melica, melinga e pollanca sono i diversi modi per identificare il granoturco o granturco. I puristi – linguisti sostengono invece che il termine granoturco altro non è che la maccheronica traduzione della locuzione inglese wheat of turkey, cioè grano per tacchini.

Simpatica è anche la sua storia sull’origine-provenienza. Secondo CharlsDarwin per gli amici – l’origine del mais è sud-americana mentre secondo Bounfans l’origine è africana e prova di ciò ne sono i ritrovamenti nelle piramidi ad opera di un archeologo. Secondo invece MacNeism l’origine è mesoamericana. In Italia? In Italia la coltivazione del mais arriva nel ‘500 e ben presto diventa l’alimento base, declinato in polenta – pane e tortini, dell’intera popolazione contadina. Stretta sappiamo essere la relazione con la salute e dunque, poiché il mais è carente in vitamine del gruppo B, niacina e triptofano (aminoacido precursore), la popolazione italiana conoscerà la pellagra. Una malattia endemica con manifestazioni cutanee (dermatite) o a carico dell’apparto neurovegetativo (demenza) e/o dell’apparato gastrointestinale (diarrea).

Il Mais è un cereale che a pieno titolo entra nella dieta Mediterranea e ben risponde alle esigenze alimentari, nutrizionali e salutistiche. E’ proprio qui che piutossto che parlare di relazione tra Dieta&Salute parlerò di Green-Blue DIET&Mindfulness…..

Negli anni il termine dieta – più volte lo abbiamo ricordato – è passato dalla stretta accezione di regime ipocalorico, restrittivo e dunque punitivo, a quello di più ampio respiro di Dieta Mediterranea. S’intende cioè una corretta alimentazione ed un sano stile di vita di stampo mediterraneo.

Un epitaffio che così recita: un’abbondanza di prodotti di origine vegetale; quantitativi bassi o moderati di pesce, pollame, latticini e uova; solo piccoli quantitativi di carne rossa; olio di oliva come fonte principali di grassi e una moderata quantità di vino, normalmente consumata durante i pasti.

In realtà c’è di più ….. ecco perché ormai ritengo che i tempi siano maturi per parlare di Green-Blue DIET.

Focalizzando l’attenzione sulla corretta alimentazione possiamo introdurre i concetti di frugalità, stagionalità, biodiversità, territorialità ma anche di ecologia che per definizione è … lo studio delle relazioni tra gli organismi viventi (dunque l’UOMO) e il loro ambiente fisico (dunque il PIANETA). Così si spiega come, pur rimanendo nello stampo mediterraneo sopra descritto, si possano accostare i due aggettivi: green, verde per il rispetto della risorsa suolo, e blue, blu e rispetto della risorsa acqua!

Anche spostando l’attenzione sullo stile di vita i concetti si ampliano pensando all’importanza dell’igiene del sonno, della corretta ripartizione dei pasti, della cura di sè…. Fino ad arrivare all’esigenza di aggiungere una terza area – completamente nuova – quella lumosity celebrale.

Di contro anche il termine salute ha avuto una sua evoluzione, ecco perché anche in questo caso mi piace ampliare/modificare il termine salute con quello di Mindfulness. L’Organizzazione Mondiale della Sanità – per gli amici OMS – nel 1946 dava questa definizione: uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non la semplice assenza dello stato di malattia o di infermità.

Sarà L Wylie nel 1970 che vedrà la salute non più come uno stato quanto piuttosto come una condizione dinamica definendola come l’adattamento perfetto e continuo di un organismo al suo ambiente.

Ulteriore perfezione la si raggiunge con l’intuizione di Bo nel 1976: Lo stato di salute è una condizione di continuo adattamento e perfezionantesi equilibrio tra organismo (corpo e psiche) e l’ambiente (naturale e sociale), fino al raggiungimento del completo benessere fisico, psichico, spirituale, sessuale, ecologico.

Ma…. a me piace l’ultima che a mio modo di vedere è la summa maxima della salute, cioè la Mindfulness (letteralmente attenzione consapevole o attenzione nuda). Fonte: Mindfulness e Benessere psicologico.

La Mindfulness è uno stato mentale in cui la persona ascolta ed osserva le proprie emozioni, le proprie sensazioni fisiche, accettando i propri pensieri così come sono senza giudicarli, senza cercare di modificarli né bloccarli e senza reagire agli stessi. E’ dunque un processo continuo di ascolto e consapevolezza di stati interni ed esterni e non è mai costante.

La Mindfulness è indirizzata a chiunque desideri, trascendere le proprie limitazioni e raggiungere un livello più alto di benessere psicologico, fisico e sociale.

Ecco allora che la sfida anche in questo caso è vinta! Alla luce di quanto esposto credo che la relazione Green-Blue DIET&MINDFULNESS altro non è che l’evoluzione della ben nota relazione DIETA&SALUTE.

Questo è un pò il canovaccio sul quale mi muoverò poi vi darò altri dettagli…. vi aspetto!

L’Esperto risponde: Stop alle telefonate

“Questa è l’ultima telefonata” – così più o meno è suonata la frase della signorina del call-center giunta mercoledì sera alle ore 19.00!

Ora, dunque è tempo di consuntivi. Siamo infatti a poche ore dalla chiusura della settimana interamente dedicata all’informazione chiara – semplice e scientificamente corretta su Sensibilità al Glutine e celiachia (Meglio Senza Glutine).

Una iniziativa che quest’anno ha compiuto il suo II anno di vita. Fortemente voluta da DS-Gluten Free si è svolta con il supporto scientifico del Dr. Schär Institute e il patrocinio dell’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI). Nelle ultime ore prima dell’inizio delle prime telefonate da parte degli utenti, una sorpresa….. è arrivata la notizia che anche la RAI e Radio 1 sostenevano l’iniziativa!

Ovviamente…. Grande soddisfazione (!) tutto ciò supportato e soprattutto confermato dai dati… ecco i primi numeri:
l’Esperto risponde ha totalizzato 976 le prenotazioni e ben oltre 800 i consulti telefonici che gli esperti hanno evaso.

Anche io ho dato il mio piccolo contributo nei tre giorni e mi associo al coro di voci che positivamente raccontano l’accaduto: tante chiamate – pertinenti domande – interessati e interessanti interlocutori telefonici… attenti e curiosi nel ricevere informazioni precise e dettagliate dagli esperti oltre che a cercare una seppur minimo e veloce rapporto di fiducia in quelle poche battute via cavo….. a mio avviso tutto perfettamente centrato!

Giovedì, invece, sempre nella settimana dedicata all’informazione ho tenuto a battesimo ben 5 gemellini…. Sto parlando degli 5 nuovi formati di pasta DS-Gluten Free brand del gruppo Dr. Schär. Era con me anche Diego Buongiovanni, che grazie alla sua estrosa-succulenta maestria – ha offerto ghiotte degustazioni dei diversi formati gluten free presentati.

E’ stato un simpatico-utile open day a Milano durante il quale numerosi giornalisti hanno avuto modo di fare interviste, registrazioni e … appunto anche degustazioni per conoscere meglio la sensibilità al glutine, la celiachia, l’allergia al frumento e la vera protagonista: la pasta!

Gradita sorpresa è stato però anche … la visione del primo educational sulla sensibilità al glutine, celiachia e il suo responsabile: il glutine. Un gran bel lavoro nei contenuti, nella grafica, nella musica…. spero presto di condividere la visione con tutti voi ☺

Fusilli, Penne, Spaghetti, Gnocchi e Lasagne sono i loro nomi di battesimo mentre farina di mais e farina di riso sono gli ingredienti principali. Che cosa mi ha colpito? Diverse cose….partiamo dall’esterno…

Finalmente una buona Food Image: credo che la finestra di visione del prodotto più ampia del solito insieme alla foto del piatto con la ricetta riportata al lato della scatola – siano ottimi spunti per il consumatore celiaco. Ora è una pasta reale e accattivante. Il prodotto ha un ottimo colore – determinato dal giusto mix di farina di mais e riso – pertanto deve essere visto!

Buona l’ingredientistica: mais 100% italiano e riso. Il mais migliora il nerbo e la tenuta di cottura oltre che – grazie alla porosità impartita al formato – trattiene meglio il condimento proposto.
Il riso d’altro canto è invece importante per migliorare la digeribilità oltre che alla capacità di impedire che ci sia un innalzamento immediato della glicemia post-prandiale, grazie alla quantità di amido. Ciò è smorzato ancora di più dalla presenza di fibra alimentare: circa 3g/100g di prodotto.

E’ vero…. i più attenti osservatori avranno subito da ridire che continuano a rimanere i mono– e digliceridi di acidi grassi…. Non commento ma faccio solo notare che stiamo parlando di una pasta confezionata e gluten free pertanto è necessario un emulsionante per legare tra loro gli ingredienti ed ottenere un prodotto che possa essere trafilato, estruso etc.. oltre che in pentola, prima e nel piatto, poi, non si rompa, mantenga la cottura, trattenga il sugo…. Per definizione i migliori emulsionanti sono proprio loro… i mono e di-gliceridi di acidi grassi!

Altra nota di merito: la quantità di sale che è pari solo a 0.03g/100g di prodotto.

Proviamo a girare la scatola…. Anche nel RetroPack sagaci peculiarità! La prima …. c’è una informativa sulla qualità delle materie prime e sulla awarness del gluten free. La seconda novità riguarda l’EcoPack, cioè è una scatola totalmente reciclabile nel rispetto dei valori aziendali di sostenibilità.

Vi ho incuriosito un po? Ho solleticato la vostra curiosità su Glutine&Reazioni avverse? Bene, due cose potete fare:
– correte in farmacia e chiedere al vostro farmacista di fiducia la nuova pasta ☺
– continuare a seguire la campagna on line sull’awarness per tutto l’anno. A partire da Settembre, sarà declinata, infatti anche mezzo stampa sulle principali riviste nazionali!