Cibi “neri” in aiuto del celiaco e non solo…..

L’alimentazione deve essere variatamoderataequilibrata. Il nostro piatto ogni giorno deve essere come la tavolozza di un pittore… e molte altre, sono le raccomandazioni che spesso mi avete sentito ripetere per garantire il mantenimento del buon stato di salute.

A proposito di colore … oggi parliamo di nero! Questo compare accanto ai ben noti arancione (beta-carotene), giallo (carotenoidi), rosso (betalaine), verde (clorofille) e bianco (composti sulfidrilici). Ogni colore rimanda alla specifica presenza di una molecola e/o famiglia di molecole che giocano importanti ruoli nei processi biologici del nostro organismo. In particolare il nero è dovuto alla presenza di un elevato quantitativo di antociani. Sono pigmenti idrosolubili caratterizzati da un elevato potere antiossidante e fanno parte della famiglia dei phytocomposti – in particolare della famiglia dei flavonoidi.

Da una recente analisi emerge che 6 alimenti, scelti tra cereali, legumi, frutta e te, caratterizzati proprio dalla colorazione nera sono in grado di arricchire la nostra alimentazione e permettere nuove preparazioni culinarie anche bizzarre! Altra peculiarità, da non sottovalutare, di questi 6 superfoods per la salute, come sono stati simpaticamente definiti, è quella di essere rigorosamente gluten-free… dunque conosciamoli!

2 pensieri su “Cibi “neri” in aiuto del celiaco e non solo…..

  1. Sono un fanatico del “nero” (non politicamente ,a appunto in gastronomia) ma non sapevo che ci fosse la soia nera e il fagolo nero . E poi il nero che intendo io è termine solitamente usato per dire “integrale” (il cosiddetto pane nero non è poi così nero, no ? ) . Mi piace quello che scirivi sui colori degli alimenti , Il the nero invece è quello che si beve comunemente , la cui differenza dal the verde che io bevo ma che a molti non piace (cosa avrà di tanto disgustoso Dio solo lo sa) è nekl momento della raccolta delle foglie, visto che la pianta è sempre la Camelia Sinensis . Ma gli spaghetti versmente neri, quelli al nero di seppia, rientrano nella tua ” schiera “?

  2. Ciao Francesco, mi fa piacere che tu sia un estimatore del “nero” perchè tanti sono i benefici di questo colore!
    No, gli spaghetti neri – perchè conditi con nero di seppia – non rientrano in questa categoria. Gli antociani sono phytocomposti, cioè molecole chimiche peculiari solo del regno vegetale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *