… dalla farina di banane verdi alla pasta gluten free!

La notizia che questi giorni ha annunciato la possibilità di ottenere una buona pasta gluten free dalla farina di banane verdi mi da la possibilità di riprendere la rubrica – a me cara! – “Etichettando”!

Ormai di soluzioni gluten free ne troviamo sempre di più e sempre più spesso nuove formulazione vengono sperimentate sia per migliorare la palatabilità dei prodotti ma sopratutto per migliorare la loro qualità nurtizionale, che a mio avviso, ancora troppo spesso subisce ingiuste accuse… ma di questo ne riparleremo….Torniamo alla pasta di banane verdi (1).

Il lavoro è stato pubblicato su Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics e la ricercatrice Renata Puppin Zandonadi, PhD, del Dipartimento di Nutrizione dell’Università del Brasile, afferma con soddisfazione che tale prodotto ha numerosi ricadute positive sia sulla salute che sul mercato.

Per il celiaco la pasta ottenuta dalla farina di banane verdi è un prodotto gustoso, salutare e poco costoso al tempo stesso per i coltivatori di banane è una buona opportunità per diversificare il mercato ma soprattutto per valorizzare quello che sarebbe un sotto prodotto di basso valore commerciale (la banana verde). Infine anche per i pastai è una buona opportunità date le migliorate qualità tecnologiche della farina.

http://glutenfreepdx.files.wordpress.com/2012/06/pasta.jpg

Conosciamola meglio…..
Farina di banane verdi, albume d’uovo, acqua e gomme… questi sono gli ingredienti della nuova pasta testata su 50 degustatori non celiaci e 25 degustatori celiaci;
migliore consistenza, aroma, gusto… queste le sue caratteristiche organolettiche sensoriali; ed infine da un punto di vista nutrizionale, la prima caratteristica che balza all’occhio, è la riduzione del contenuto di grassi (98%) ma c’è di più infatti la farina di banane verdi è caratterizzata da un elevato contenuto di fibra, da un buon apporto di amido resistente e da un elevato contenuto di antiossidanti (2, 3).

La ricchezza di fibra alimentare e il contenuto di amido resistente pone il prodotto in una posizione privilegiata poichè ne permettono l’utilizzo anche a chi vive il diabete di tipo II – basso è l’Indice Glicemico e dunque ridotto è l’impatto sulla glicemia post-prandiale – ed inoltre hanno effetti positivi sulla sazietà riducendo il senso di fame ed aiutando così a migliorare la gestione del peso.

Credo sia un’altra ottima alternativa tutta da assaggiare e degustare appena raggiungerà il mercato italiano proveremo e commenteremo sicuramente.

Approfondimenti: composizione chimica della farina ottenuta da banane verdi – 1, 2, 3).

1 pensiero su “… dalla farina di banane verdi alla pasta gluten free!

  1. Pingback: Update! | Not only gluten-free

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *