I celiaci… una famiglia in costante aumento

Vi propongo oggi, una simpatica rassegna stampa interamente dedicata ai numeri della celiachia….. sembra essersi innescato un fragoroso tam-tam nella giungla delle notizie….Buona lettura!

Celiachia, ancora troppo poche diagnosi;
Sanità: censiti 122 mila celiaci, stimati 600 mila;
Salute: in Italia 600 mila celiaci, ma 4 su 5 non lo sanno;
Celiachia: raddoppiati in 4 anni i malati
Celiachia. Colpiti 600 mila italiani. Le donne più del doppio. Ecco la mappa della malattia;
Celiachia: sempre di più in Italia, 600.000 casi
…. e molti altri qui!

La famiglia dei celiaci sta diventando davvero numerosa e sicuramente una nota di merito va ai media che hanno divulgato (anche se non sempre in modo ortodosso!) la conoscenza!

A questa famiglia altri componenti si aggiungono oggi, se includiamo coloro che vivono la sensibilità al glutine, simpaticamente definita dal Prof. U. Volta come la sorella della celiachia. Ci sono, infatti caratteristiche comuni ma ci sono anche sostanziali differenze che le distinguono l’una dall’altra.

http://www.coeliac.org.uk/sites/files/coeliac/Family_of_ducks_credited_to_Flickr.jpg?1258130549

8 pensieri su “I celiaci… una famiglia in costante aumento

  1. ecco, visto che son sostanzialmente diverse, per quale motivo per identificarne le ricette, si usa lo stesso tag=senza glutine?
    non innesca incomprensioni nel lettore?

    scusami se insisto letizia, ma nel web è un pullulare di ricette con tag=senza glutine che usano prodotti non idonei ai celiaci e rivolte ai “sensibili”… come si distinguono?

  2. Ciao Vale,

    capisco la tua preoccupazione però a livello di alimentazione sia la celiachia che la sensibilità al glutine si giovano di quella gluten free.Dunque non ci sono alimenti idonei per gli uni o per gli altri.

    Ora diverso è invece il probelma che sollevi, cioè che nelle ricette si trovino ingredienti NON idonei. Perchè non fai delle segnalazioni.

    Credo che potrebbe essere utile fare un tam-tam tra i blogger che scrivono gluten free così facciamo passare messaggi corretti.

    Io mi rendo disponibile!

  3. inizio tam-tam 🙂

    non siamo tanto noi foodblogger gf, quanto gli altri che, pensando di essere utili, ingarbugliano le poche certezze e non si rendono conto che stanno giocando con la nostra salute

    sapessi che rispostacce che ci stiamo prendendo!!

    a presto 🙂

  4. scusami Vale

    forse mi sono espressa male… intendevo dire che noi foodblogger gf dobbiamo fare rete e raccogliere tutte le informazioni errate che girano sul web e poi denunciarle in modo garbato ma sonoro!

    Insomma fare una sorta di “Accademia della Crusca” del gluten free e fare chiarezza….

    Le rispostacce non hanno senso …. sono solo degli autogol, perchè slatentizzano l’ignoranza ….. dunque avanti tutta!

    torno a ripetere che io ci sono….

  5. Ciao Letizia, sono una lettrice silenziosa da un po’, ma adesso mi son decisa a commentare, forse perchè molto stufa di vedere molte bufale (hoaxes) girare in rete e non solo sul senza glutine, che sia per il celiaco o per chi il glutine deve allontanarlo dalla sua dieta.
    La tua prima risposta è stata una luce in fondo al tunnel, c’è speranza che prima o poi qualcosa di sensato ci sia.
    La mia competenza scientifica è in altri ambiti, sono approdata all’alimentazione per via traverse ed è poi diventato interesse personale, anzi personalissimo in quanto devo seguire una dieta senza glutine. Volevo solo ringraziarti della tua competenza.
    A rileggerti presto!

  6. Pingback: Not only gluten-free » Blog Archive » Not only gluten free mounthly

  7. Pingback: I numeri della celiachia | Not only gluten-free

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *