Il gelato con una marcia in più: Ciro&Pio

Nasce nel 1952 ed a tutt’oggi è la migliore gelateria di Jesi e non solo!

Ciro e Pio due giovani baristi della zona del Prato di Jesi (taduzione in vernacolo: ju pel prado) che cominciano a produre gelato nel rispetto della tradizione, della genuità e soprattutto del gusto. Oggi i figli continuano questa tradizione ma anzi hanno aumentato le loro attenzioni in particolare:
– per le materie prime
– per la salute
– per l’ambiente.

Per le materie prime ad esempio scelgono la nocciola tonda gentile trilobata; il pistacchio di Bronte; la mandorla Pizzuta di Avola di Sicilia; il torrone d’Alba; le noci di Sorrento, i marroni glassati di Agrimontana, le visciole del montefeltro di Mauri Maurizio; un cacao di origine Caraibica ed infine non grassi vegetali idrogenati ma solo panna fresca. Anche nel latte c’è una scelta ben precisa, cioè solo latte intero di alta qualità ed in alcuni gusti latte intero biologico.

L’attenzione per salute è crescente, infatti dopo diversi anni di collaborazione con AIC per la produzione di tutto il gelato gluten free ora ci sono gelati idonei per coloro che hanno intolleranza al lattosio, alle uova e alla frutta secca. Completano la lista i gelati senza saccarosio. Riguardo ai gelati gluten free c’è una simpatica nota: tutti i gusti sono gluten free solo 3-4 contengono glutine. E allora come evidenziarlo? Facile…. è stata capovolta la logica e sono stati contrassegnati – con una spiga – quelli vietati! Inoltre ci sono anche i coni gluten free.

Infine, l’attenzione all’ambiente è realizzata grazie all’utilizzo di materie prime da “Aziende a Km 0” quali Tre Valli, Monaldi, Ortofrutta, Fiorente, Trionfi Honorati e Gastreghini ed inoltre scegliendo contenitori e cucchiaini biodegradabili e prodotti da materiale riciclato.

Per conoscerli meglio potete visitare il sito ma forse la cosa migliore sarebbe quella di venire a gustare direttamente sul posto!

Se passate fatemi sapere, vi aspetto con piacere 🙂

4 pensieri su “Il gelato con una marcia in più: Ciro&Pio

  1. HANNO RISPRESO UN PO’ LA METODOLOGIA DELLE GELATERIE GROOM CHE CONTRASSEGNANO DOVE C’E’ IL GLUTINE.
    IO QUANDO SONO ANDATA DA CIRO&PIO MI E’ STATO SEMPRE PROPOSTO IL GELATO DA LORO CONFEZIONATO E POSTO IN COPPETTE . I GUSTI ERANO SEMPRE E SOLO DUE. ALLA RICHIESTA DI POTER PRENDERE GLI ALTRI DALLE VASCHE “COMUNI” MI DICEVANO SEMPRE : SONO GARANTITI MA PURTROPPO NON RISPONDIAMO DEL FATTO CHE POSSONO SUBIRE UNA CONTAMINAZIONE ACCIDENTALE ESSENDO PER TUTTI I CONSUMATORI.

    A MAGGIO FINALMENTE SONO POTUTA ANDARE IN UNA GELATERIA GROOM DI TORINO E NON C’E’ STORIA CON NESSUN ALTRO GELATO. SENSAZIONALE!!!!!!!!!!

    E LA PROFESSIONALITA’ PER IL CELIACO MI HA LASCIATO SENZA PAROLE.

    IL RAGAZZO PRIMA DI SERVIRMI SI è LAVATO LE MANI, HA APERTO UN ARMADIETTO DOVE DENTRO TENEVA PALETTE, COPPETTE, TOVAGLIOLI…. SOLO PER NOI. MA LA COSA STUPEFACENTE è CHE LE VASCHE PER I CELIACI SONO A PARTE. NON ATTINGONO ALLE VASCHE DI GELATO COMUNI. E NONOSTANTE QUESTO PER OGNI GUSTO VIENE CAMBIATA LA PALETTA. CHE DIRE!!???

    SPERIAMO CHE PRIMA O POI VOGLIANO INVESTIRE ANCHE DA NOI!

  2. Confermo che da Grom (e qui a Torino ce ne sono minimo quattro), l’addetto al cliente celiaco si lava le mani, prende attrezzi separati da una apposita cassetta e prende il gelato da un “fustino” nuovo che tengono sotto quelli di uso “per tutti”. E il gelato è buonissimo!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *