Attività fisica e salute dell’apparato scheletrico

L’adozione di una corretta, rigorosa e varieta alimentazione gluten free, di cui poi parleremo, permette di mantenere la buona salute dell’apparato scheletrico ma….. il vero punto di forza è un programma giornaliero di esercizio fisico che deve essere “contro gravità“. Trakking, jogging, running, danza, salire-scendere le scale e saltare a corda sono alcuni esempi. Di contro nuoto e ciclismo non sono consigliati sebbene aiutino a conquistare tonità muscolare e resistenza fisica.

L’esercizio fisico deve essere accompagnato da una alimentazione gluten free ricca di cibi in grado di garantire il giusto apporto di calcio e vitamina D ma che inoltre prevede:
– la riduzione del consumo di dolci e bevande alcoliche;
– l’utilizzo di poco sale, poichè il sodio favorisce la demineralizzazione dell’osso ed inoltre è un fattore di rischio per l’ipertensione;
– di abolire il fumo;
– di evitare di consumare eccessive quantità di proteine e fibra alimentare.

Il fabbisogno giornaliero di calcio nel soggetto adulto è compreso in un intervallo che va da 800 a 1000 mg. Sicuramente latte, formaggi, pesce azzurro, frutta secca (noci e mandorle) e legumi sono le principali fonti alimentari ma a questi dobbiamo aggiungere il contributo, non trascurabile, dell’acqua. Ecco qualche esempio:
Ferrarelle 380 mg/l; Sangemini 328 mg/l; Uliveto 206 mg/l; San Pellegrino 208 mg/l e Fabia 138 mg/l.

Lo sapevate che…… l’assorbimento del calcio presente negli alimenti è migliore se c’è la compresenza di:
– vitamina D (contenuta nei grassi animali);
– zuccheri ed in particolare di lattosio (lo zucchero del latte);
– alcuni aminoacidi;
– rapporto ottimale tra fosforo e calcio.

Approfondimenti:
American bone health;
Exercise for Your Bone Health

2 pensieri su “Attività fisica e salute dell’apparato scheletrico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *