Occhio alle diagnosi facili

Torna alla ribalta il tema del fare diagnosi di celiachia in modo corretto ed inequivocabile.

E’ il Prof. Corazza che al Festival della Salute di Viareggio lancia un monito ai medici di base. Questa volta l’invito non è quello di essere attenti alla descrizione dei sintomi della celiachia e a riconoscerla ma alla cautela e alla informazione. 1 diagnosi su 5 è sbagliata. Ciò significa che un soggetto su 5 segue un regime alimentare senza glutine senza motivo!

Il Professore porta anche un esempio molto pratico e dice: “tra il 1995 e il 2005 si sono rivolti a me 605 pazienti celiaci e quasi nel 20% dei casi la diagnosi non è stata confermata“.

Questi medici di base hanno a che fare con un biricchino camaleonte , una classica definizione di celiachia basata sulla sua capacità di modificarsi e presentarsi in diverse forme.

Da un lato li si accusa di fare poche diagnosi e dall’altro li si accusa perchè ne fanno troppe.

Urge fare una buona formazione!?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *