La Top Ten del gluten-free

http://www.coinlink.com/Articles/images/top10.gif

Ecco la Top Ten del vivere gluten free! Sempre valida sia che siate nuovi o vecchi celiaci!

1. Trovare sempre un gruppo di supporto locale in grado di rispondere alle vostre domande sia che siate neo-diagnosticati che celiaci di lunga data.

2. Trovare una farmacia che garantisca il massimo assortimento e, se possibile, che vi dia la possibilità di assaggiare prima di acquistare.

3. Iniziare a frequentare corsi di cucina per imparare a preparare piatti senza glutine.

4. Sperimentare in cucina nuovi cibi e nuovi prodotti, senza timore. I prodotti debbono essere a marchio spiga barrata oppure autorizzazione ministeriale oppure debbono essere inseriti nel prontuario degli alimenti aggiornato.

5. Assicurarsi di avere sempre una cucina sicura. Pulite con cura e/o acquistate utensili (esempio tostapane)per evitare la contaminazione.

6. Chiedete aiuto ad amici e familiari per meglio aderire al vostro nuovo stile di vita e di alimentazione.

7. Trovate siti web e blog che siano in grado di darvi informazioni precise e corrette.

8. Trovate un ristorante o pizzeria che sia in grado di garantire correttamente un pasto senza glutine. Telefonate almeno 24 ore prima per prenotare il vostro pasto.

9. Portate sempre con voi uno snack senza glutine per non trovarsi in difficoltà in caso di fame!

10. Rilassatevi e godetevi il viaggio senza glutine. Imparerete a conoscere nuovi alimenti e sopratutto incontrerete sempre nuove e meravigliose persone lungo il cammino!!!

2 pensieri su “La Top Ten del gluten-free

  1. Cara Letizia sono celiaca ormai da tre anni; diciamo che ai primi 9 punti è più facile adeguarsi anche perchè molto dipende da noi celiaci sul come organizzarsi e organizzare coloro che hanno a che fare con la nostra esigenza.

    Per il punto 10 sono tutt’oggi in seria difficoltà! Le vacanze brevi o lunghe che siano da quanto ho scoperto la celiachia sono molto meno rilassanti!!!

    Ho visto che tu giri molto, non ti limiti nel viaggiare. – tipo l’ultima vacanza che hai fatto. ma come fai? in thailandia sei riuscita a trovare alberghi e ristoranti GF. Oppure vai dove ti capita e limitandoti a chiedere una bistecca, un’insalata …. stai nella speranza che non ci siano contaminazioni?!

    Io ho letteralmente annullato i viaggi all’estero e in Italia ormai decido di prendere sempre una casa in affitto con uso cucina in modo da poter portare con me i miei utensili e il mio cibo.
    Credi che sia troppo esagerata? ti sarei grata se potessi rispondermi- per me le vacanze sono diventate assai limitate e limitanti.

    ciao e grazie
    Sabrina Serini

  2. Ciao Sabrina

    non voglio sembrati sfronatata ne sei tu esagerata, però sia per motivi di lavoro che per vacanza, viaggio molto e non ho mai trovato problemi. Ti posso dire che mi informo semrpe molto prima di partire e porto sempre con me un ben fornito sacchetto per la sopravvivenza.

    In particolare fai riferimento alla vacanza di quest’anno che per me è stata la migliore in assoluto. In Thai non conoscono grano ma solo riso e mais e dunque, come puoi ben immaginare, un vero Bengodi!!!

    Al ristorante non ordino mai bistecca o mozzarella ma quello che mi va, scegliendo tra i locali informati oppure chiedendo bene ciò che mi debbono portare.

    Vai, Sabrina…. un po più tranquilla senza mai abbassare la guardia! Buone vacanze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *