Dispepsia: un campanello d’allarme

dispepsiaLa dispepsia è un campanello dall’allarme per la celiachia. Recenti studi suggeriscono che è bene investigare la presenza di celiachia in chi soffre di dispepsia, soprattutto se giovani e donne.

Ma cos’è la dispepsia? E’ un disturbo piuttosto frequente. Si stima infatti che ne sia colpito il 20-30% degli adulti. Dolore o sensazione di fastidio alla parte alta dell’addome, nausea, senso di pienezza o gonfiore dopo i pasti, digestione lenta: questi i sintomi che normalmente vengono indicati con tale termine. Approfondimento.

Un primo studio ha rilevato che sia il tempo d riempimento che di svuotamento gastrico sono più lunghi nei celiaci, rallentamento dovuto all’aumento di alcuni peptidi gastroenterici (neurotensine) il cui livello rientra nella norma quando la dieta gluten free viene seguita rigorosamente.

Un secondo studio ha evidenziato che la prevalenza di celiachia in 517 soggetti dispeptici sottoposti a gastroscopia è doppia rispetto a quella della popolazione generale (6 celiaci su 517) e ancora più elevata nelle donne giovani.

Ecco che diventa quindi importante sottoporre alla ricerca degli anticorpi tipici della celiachia (anti-trasglutaminasi, anti-gliadina e anti-endomisio) i soggetti giovani dispeptici e soprattutto donne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *